Francesco Bonini, 2014 – in carica

 

Le energie più fresche il CdA le individua nel prof. Francesco Bonini (Reggio Emilia, 11 giugno 1957), storico delle istituzioni politiche, docente alla LUMSA dal 1997, che dopo una parentesi alla Cattolica di Milano, alla Sapienza di Roma e all’Università di Teramo, è tornato alla LUMSA nel 2012 come ordinario ed è stato prorettore alla Didattica e al Diritto allo studio. L’incarico cui è chiamato sembra titanico, specie dopo un quarto di secolo sotto il rettorato di Dalla Torre. Bonini fin dalla prima inaugurazione cui partecipa, si segnala per un suo stile personale improntato alla concisione e alla spontaneità e conquista l’uditorio. Ma Bonini è anche l’uomo che sa mandare ad esito il piano che Dalla Torre e il card. Nicora avevano iniziato per dare alla LUMSA il suo Campus. E cosi il 16 dicembre 2016, alla presenza della Ministra per l’istruzione, Università e Ricerca Valeria Fedeli, da pochi giorni in carica, il complesso Giubileo viene inaugurato con una solenne cerimonia. Questa innovazione permette agli studenti di fruire in un’unica sede di servizi amministrativi e di residenza universitaria, di ricerca bibliografica e di studio, di convegnistica e di tempo libero con il LUMSA Cafè. Un lato della sua attività riguarda la storia dello sport. È presidente della Società Italiana di storia dello Sport (SISS). Il prof. Bonini, nel 2018 è stato riconfermato per un ulteriore mandato e avrà l’onore-onere di accompagnare la comunità LUMSA ai festeggiamenti per i suoi 80 anni di attività con questi suoi intendimenti: “Vogliamo continuare ad innovare, autenticamente, cioè con la chiarezza del disegno e delle radici, aperti al confronto critico con tutti, al servizio degli studenti e del tessuto sociale, civile ed ecclesiale. In una prospettiva che è italiana, europea e intercontinentale”.